Data odierna 19-11-2017

Sconti anche sui treni per i connazionali all’estero che vorranno tornare in Italia per votare alle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio. Dopo la comunicazione dell’Aiscat che ha confermato a Viminale...

Amministrative 2012 / Sconti per i viaggi in treno degli elettori emigrati

Sconti anche sui treni per i connazionali all’estero che vorranno tornare in Italia per votare alle elezioni amministrative del 6 e 7 maggio.

Dopo la comunicazione dell’Aiscat che ha confermato a Viminale e Farnesina l’esenzione del pedaggio autostradale per i connazionali che torneranno in macchina, anche Ferrovie dello Stato ha comunicato le tariffe agevolate per chi sceglierà il treno.

Diverse le tipologie di sconti e modalità di viaggio.

Per i treni Italia-Svizzera e Italia-Austria è prevista a favore degli elettori l’emissione di un biglietto a tariffa “italian elector” (viaggi internazionali da/per l’Italia) con riduzione, sul percorso Trenitalia, del 70% sulla tariffa adult-standard.

Sono esclusi dalla agevolazione i servizi vagone letto e vl deluxe nonché i servizi accessori (come bici al seguito).

Sui treni delle società Elipsos (Spagna – Italia) e Trans Veolia Transdev (Italia – Francia) non viene riconosciuta la predetta agevolazione.

Per i treni Germania notte (treni diretti notturni che collegano Germania e Italia) nel caso di acquisto presso stazioni ed agenzie delle ferrovie tedesche viene rilasciato:

per il percorso estero un biglietto a data aperta, a tariffa chilometrica (senza sconto elettori) più l’eventuale supplemento letto o cuccetta; per il percorso italiano viene emesso dal personale di bordo Trenitalia, su presentazione dei documenti elettorali, un biglietto di andata e ritorno con applicazione delle condizioni previste per i viaggi in servizio interno. Per il viaggio di ritorno in Germania, previa esibizione delle tessera elettorale recante l’attestazione di avvenuta votazione, e a condizione che venga comprovata la residenza al’estero, l’elettore deve acquistare presso le biglietterie o le agenzie il biglietto internazionale a prezzo “italian elector” per una delle stazioni estere servite dal treno internazionale, ottenendo il rimborso integrale del biglietto rilasciato in treno per il ritorno.

Per il viaggio di proseguimento da una delle stazioni di fermata internazionale alla sede del seggio elettorale:

se effettuato con un treno a prezzo di mercato con assegnazione contestuale del posto (IC, ICN, FB, ES, AV e servizi cuccetta) viene rilasciato all’estero un biglietto a tariffa “italian elector” da una delle stazioni italiane servite dal treno internazionale fino alla stazione sede del comune elettorale e viceversa.

Con un treno senza assegnazione contestuale del posto (regionale), il biglietto di andata e ritorno per elettori, con applicazione delle riduzioni previste in servizio nazionale, deve essere acquistato in Italia presso le biglietterie ed agenzie di viaggio.

L’agevolazione è applicata su presentazione, oltre che di un documento di identità, anche della tessera elettorale o della cartolina avviso o della dichiarazione dell’autorità consolare italiana attestante che il connazionale titolare della dichiarazione stessa si reca in Italia per esercitare il diritto di voto con l’indicazione dell’agevolazione di viaggio spettante. Per questi elettori non è prevista la possibilità di produrre l’autocertificazione in luogo della tessera elettorale.

Per quanto riguarda il periodo di utilizzazione dei biglietti, il viaggio di andata può essere effettuato al massimo un mese prima dell’apertura del seggio e quello di ritorno al massimo un mese dopo la chiusura del seggio.

In ogni caso, il viaggio di andata deve essere completato entro l’orario di chiusura delle operazioni di votazione e quello di torno non può avere inizio se non dopo l’apertura del seggio elettorale.

In occasione del viaggio di ritorno, l’elettore deve esibire, oltre al documento di identità, la tessera elettorale regolarmente vidimata col bollo della sezione e la data di votazione o, in mancanza di essa, un’apposita dichiarazione rilasciata del presidente di seggio che attesti l’avvenuta votazione. Il viaggiatore deve inoltre sempre esibire, oltre ai documenti di cui sopra, anche i biglietti relativi al viaggio sia di andata che di ritorno

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento