Data odierna 23-09-2017

In vista delle prossime elezioni politiche, la società AISCAT ha confermato le agevolazioni di viaggio concesse agli elettori provenienti dall’estero che, avendo esercitato il cosiddetto diritto...

Agevolazioni autostradali per gli elettori all’estero

In vista delle prossime elezioni politiche, la società AISCAT ha confermato le agevolazioni di viaggio concesse agli elettori provenienti dall’estero che, avendo esercitato il cosiddetto diritto di opzione, hanno deciso di tornare in Italia per votare nel proprio comune.

Ai soli elettori italiani residenti all’estero, si legge nella circolare dell’Aiscat, è concessa l’esenzione dal pagamento del pedaggio autostradale su tutta la rete nazionale, sia per il viaggio di andata che di ritorno, con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esazione di tipo “aperto”.

Il sistema di esazione “aperto” – spiegano dalla società austro strade – “prevede la suddivisione dell’autostrada in tratte, ciascuna delle quali è controllata in un solo punto; di conseguenza, non è più necessario munire l’utente di biglietto di viaggio perché il pedaggio dovuto presso ogni stazione è indipendente dalla reale provenienza e destinazione del veicolo ma varia solo in funzione della sua classe tariffaria”.

La validità delle agevolazioni ha inizio per il viaggio di andata dalle ore 22.00 del 19 febbraio e, per quello di ritorno, dal giorno di inizio delle operazioni di voto fino alle ore 22.00 del 01 marzo.

L’elettore, per poter usufruire dell’agevolazione, dovrà ritirare in entrata il biglietto autostradale e consegnarlo in uscita all’operatore.

Unitamente al biglietto dovrà esibire per il viaggio di andata la tessera elettorale o la cartolina-avviso inviatagli dal Comune di iscrizione elettorale o l’attestazione rilasciatagli dall’Ufficio consolare recante la località di residenza; per il viaggio di ritorno, la tessera elettorale, opportunamente vidimata dal presidente del seggio dove è avvenuta la votazione.

Se si esce dall’autostrada da una porta automatica self-service, il cliente dovrà introdurre il biglietto nella specifica fessura e richiedere l’intervento dell’operatore, premendo il pulsante di assistenza, a cui dovrà dichiarare di essere un elettore residente all’estero.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento