Data odierna 25-09-2017

Nel gennaio scorso, l’onorevole Oriano Giovanelli (Pd) ha presentato un’interrogazione al Ministro Frattini per sapere “con quali e quante agenzie di stampa il Ministero degli affari esteri...

Nel gennaio scorso, l’onorevole Oriano Giovanelli (Pd) ha presentato un’interrogazione al Ministro Frattini per sapere “con quali e quante agenzie di stampa il Ministero degli affari esteri abbia stipulato abbonamenti a notiziari e per quale importo”.

A rispondere all’interrogazione è stato il sottosegretario Alfredo Mantica: il Mae, si legge nella risposta, “promuove la più ampia diffusione di informazioni per e dalle collettività italiane e di origine italiana residenti all’estero; al fine di rinsaldarne i legami con il Paese di origine, anche attraverso un costante aggiornamento sull’attualità nazionale. Con tali finalità, a valere sui fondi. stanziati sul capitolo di bilancio 3122 (dedicato a spese per attività culturali, educative, ricreative e informative in favore dei connazionali e delle collettività italiane all’estero) vengono sottoscritti abbonamenti a notiziari concepiti per l’estero, inviati ai destinatari in via telematica mediante posta elettronica. Gli editori e le agenzie giornalistiche che annualmente propongono i propri prodotti vengono selezionati dopo avere verificato la rispondenza del servizio offerto alle finalità sopraindicate, e previo accertamento del possesso dei requisiti generali e di idoneità professionale, che costituiscono presupposti necessari per la stipula di contratti pubblici, secondo quanto prescritto dalla normativa vigente in materia (vedi articoli 38 e 39 del decreto legislativo n. 163 del 2006)”.

“I destinatari degli abbonamenti a tali servizi informativi – continua il sottosegretario – sono gli operatori dei media italiani diffusi all’estero; i componenti del Comitato di presidenza e il Presidente della Commissione “informazione e comunicazione” del Consiglio generale degli italiani all’estero; nonché Presidenti e membri dei Com.It.ES.. Ciascuno dei notiziari selezionati è contraddistinto da caratteristiche peculiari, che concorrono a determinare il costo unitario richiesto dagli editori per i singoli abbonamenti, nonché il quantitativo totale di abbonamenti acquistati”.

Nel dettaglio, Mantica spiega che “per l’anno 2011 sono stati sottoscritti gli abbonamenti annuali di seguito specificati, per gli importi rispettivamente evidenziati, comprensivi di IVA: a) notiziario quotidiano (dal lunedì al venerdì) Aise, realizzato da Sogedi Srl ed edito dal 1975, caratterizzato mediamente da oltre 50 notizie giornaliere e integrato settimanalmente da supplementi culturali e di attualità parlamentare – costo totale di euro 131.000,73; b) notiziario quotidiano (dal lunedì al venerdì) Inform, realizzato da Inform Idg Srl ed edito dal 1961, caratterizzato mediamente da oltre 30 notizie giornaliere – costo totale di euro 60.365,45; c) notiziario quotidiano (dal lunedì al venerdì) Grtv, realizzato da Agenzia Grt Società cooperativa a responsabilità limitata ed edito dal 1984, caratterizzato mediamente da circa 18 notizie giornaliere e integrato da un notiziario audio di informazioni nazionali, ascoltabile sul sito web dell’Agenzia – costo totale di euro 34.594,56″.

“Ai suddetti servizi quotidiani – precisa Mantica – si aggiunge il notiziario settimanale (in uscita il giovedì, con un sintetico aggiornamento il martedì) nove colonne Atg, realizzato da Nove colonne società cooperativa di Giornalisti a responsabilità limitata ed edito dal 1996. Si tratta di un servizio caratterizzato mediamente da 80 articoli settimanali – specificamente acquistato in favore di un’utenza composta da media italiani all’estero – la cui peculiarità risiede nel fornire ad uso degli editori una selezione e sintesi dei principali avvenimenti nazionali della settimana, unitamente a una sezione dedicata a tematiche di interesse per gli italiani nel mondo. Il relativo costo totale annuo è di euro 64.864,80″.

“Si fa infine presente – conclude – che, ad integrazione dei sistematici controlli eseguiti per verificare la puntualità e la regolarità dei servizi offerti, per quest’anno è in programma il monitoraggio periodico presso i relativi destinatari, al fine di confermarne la corretta ricezione ed il gradimento”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento