Data odierna 25-09-2017

- “Il centrodestra, anche per il personale intervento di Berlusconi e con l’avanzata della Lega, ha vinto le elezioni regionali di domenica scorsa e soprattutto ha trionfato sul filo di lana...

- “Il centrodestra, anche per il personale intervento di Berlusconi e con l’avanzata della Lega, ha vinto le elezioni regionali di domenica scorsa e soprattutto ha trionfato sul filo di lana con Roberto Cota alla regione Piemonte, un obiettivo che due mesi fa sembrava obbiettivamente difficile. Gioia per un successo in Lazio e in Piemonte quasi insperato, ma con grande senso di responsabilità: adesso non ci devono essere più scuse per prendere in mano l’Italia e guidarla con riforme strutturali importanti verso il futuro”. Queste le riflessioni dell’onorevole Marco Zacchera (Pdl), presidente del Comitato sugli italiani nel mondo della Camera e sindaco di Verbania, che nell’ultimo numero della sua newsletter “Il Punto” riflette sul futuro politico dell’Italia dopo i risultati delle elezioni regionali che hanno visto un’importante affermazione del centrodestra.
Le riforme, scrive Zacchera, “sono volute dalla gente, anche da chi vota a sinistra, ma soprattutto sono imposte dai fatti con una crisi che morde posti di lavoro, una congiuntura internazionale complicata, una macchina legislativa che non funziona. Venga alla svelta il federalismo, con le amministrazioni pubbliche e le assemblee elettive che si assumano diritti e doveri più netti, ma siano anche più trasparenti, più vicine ai cittadini, più responsabilizzate. Riforme strutturali necessarie, con una leale apertura all’opposizione se ci sta, ma senza perder tempo in chiacchiere se tergiversa o si fa condizionare da Di Pietro e quindi – se sarà chiusura – avanti da soli e alla svelta per arrivare ai risultati”.
“Ci possono essere tre anni di tempo senza elezioni importanti per costruire e non litigare, ma – riflette il deputato – se non saremo riusciti a dare una profonda scossa al paese non meriteremo più di guidarlo perché avremmo preso in giro i nostri elettori”.
Dalle pagine de “Il punto”, Zacchera ringrazia “tutti quelli che hanno contribuito a costruire questo successo, dai ragazzi presenti ai tanti gazebo agli amministratori locali che nel VCO si sono mobilitati. Nella nostra piccola provincia (che in teoria aveva due seggi regionali disponibili ed in passato ne conquistava uno soltanto) alla fine sono arrivati tre seggi per il centrodestra ed uno per il centro-sinistra, con un personale grande successo di Valerio Cattaneo per il PDL (che a questo punto merita di diventare assessore, ed a lui potrebbe quindi subentrare Luigi Songa in consiglio regionale). La presenza di Michele Marinello nel “listino” ha spianato la strada a Roberto De Magistris – il mio vicesindaco – che subentrerà nel seggio vinto dalla Lega. Successo netto, insomma: adesso meritiamocelo!”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento