Data odierna 19-06-2018

Lanciata per rendere più sicura la piazza finanziaria svizzera, l’iniziativa per una “Moneta intera” è apparsa come un esperimento troppo rischioso alla maggioranza dei votanti. Solo un quarto...

La Moneta intera non seduce gli svizzeri

Lanciata per rendere più sicura la piazza finanziaria svizzera, l’iniziativa per una “Moneta intera” è apparsa come un esperimento troppo rischioso alla maggioranza dei votanti. Solo un quarto di loro hanno sostenuto questa riforma, senza precedenti, del sistema monetario.

La Svizzera non diventerà il primo paese al mondo a riformare in modo radicale il suo sistema monetario. Il 75% dei partecipanti alla votazione di questa domenica ha respinto l’iniziativa “Per soldi a prova di crisi: emissione di moneta riservata alla Banca nazionale! (Iniziativa Moneta intera)”, promossa da un gruppo di economisti, specialisti di finanza e imprenditori.

In base al testo, in futuro le banche commerciali avrebbero potuto prestare solo denaro messo realmente in circolazione dalla Banca nazionale svizzera (BNS). Non avrebbero invece più potuto creare “moneta dal nulla”, concedendo crediti non coperti da fondi propri equivalenti e iscrivendo semplicemente l’importo in un deposito a vista. La riforma mirava stabilizzare la piazza finanziaria, ponendola al riparo da eccessi speculativi e da nuove crisi sistemiche.

L’iniziativa era combattuta dal governo e da tutti i maggiori partiti, per i quali questa riforma – senza corrispettivi in nessun paese – avrebbe costituito un esperimento ad alto rischio, con potenziali costi ingenti. Il progetto avrebbe messo in gioco la credibilità della piazza finanziaria svizzera, limitato le attività delle banche commerciali ed esposto la BNS a maggiori pressioni politiche.

Per finire, il sistema della “moneta intera” è stato respinto in votazione non solo da una schiacciante maggioranza di votanti, ma anche da tutti i Cantoni. A Obvaldo, Nidvaldo e Svitto, oltre l’80% dei votanti ha bocciato l’iniziativa, che è riuscita a strappare più di un 40% di voti favorevoli soltanto nel Canton Ginevra.

fonte: swissinfo

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento