Data odierna 21-10-2017

Su proposta di Fabio Porta, deputato Pd eletto in Sud America e Presidente della sezione italiana del gruppo di amicizia parlamentare Italia-Venezuela, è stata organizzata oggi alla Camera dei Deputati...

Venezuela: provocazioni al dialogo e alla pacificazione

Su proposta di Fabio Porta, deputato Pd eletto in Sud America e Presidente della sezione italiana del gruppo di amicizia parlamentare Italia-Venezuela, è stata organizzata oggi alla Camera dei Deputati una videoconferenza tra una delegazione di deputati dell’Assemblea Legislativa della Repubblica Bolivariana del Venezuela e le commissioni esteri del Parlamento italiano.
Per il Parlamento venezuelano erano presenti il Presidente del gruppo Italia-Venezuela Luis Stefanelli, il Presidente della Commissione Esteri Luis Florido e la deputata Mariela Magalhaes.
“I colleghi del Venezuela – spiega Porta – si sono collegati in videoconferenza a causa dell’oggettiva impossibilità di lasciare il Paese in questo momento; nei loro interventi sono stati elencati i gravissimi e successivi atti con i quali il governo ha di fatto esautorato il Parlamento venezuelano dall’esercizio di tutte le sue prerogative costituzionali”.
“I deputati vicini al governo (circa un terzo degli eletti) – aggiunge il deputato – hanno da mesi abbandonato il Parlamento, mentre il potere esecutivo e giudiziario impediscono sistematicamente con le loro decisioni all’Assemblea Legislativa di operare; gravissimi e indicativi gli episodi delle ultime settimane: l’irruzione e le violenze in Parlamento di gruppi legati al governo e addirittura l’arresto di un giudice costituzionale eletto dall’Assemblea Legislativa all’indomani della sua nomina”.
“Per questi motivi – continua il Presidente del gruppo Italia-Venezuela – la prossima Assemblea Costituente che il Presidente Maduro si ostina a proporre, nonostante gli inviti in senso contrario del Vaticano e di tutti gli organismi internazionali, sarebbe solo l’ultima provocazione al dialogo e alla pacificazione, e nei fatti l’anticamera di un regime autoritario e non più democratico”.
“Il Parlamento italiano, con eccezione della parlamentare del Movimento 5 Stelle intervenuta oggi all’incontro, si è quindi espresso chiaramente e autorevolmente (a partire dai Presidenti delle commissioni esteri di Camera e Senato) in solidarietà con i colleghi venezuelani e a sostegno delle rivendicazioni della stragrande maggioranza del popolo del Venezuela, compresa la grande collettività italiana che vive nel Paese. È questa – conclude Porta – la posizione del Partito Democratico!”.

(aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento