Data odierna 24-04-2017

L’Ocse lancia segnali di ottimismo verso l’Eurozona dove la crescita sta per ripartire. Di più: in Italia e Francia non dovrebbe esserci un “ulteriore deterioramento” della situazione...

Almeno 7 milioni di Italiani in difficoltà

L’Ocse lancia segnali di ottimismo verso l’Eurozona dove la crescita sta per ripartire. Di più: in Italia e Francia non dovrebbe esserci un “ulteriore deterioramento” della situazione economica. A dirlo è il superindice Ocse per gennaio 2013, che continua a mostrare “percorsi divergenti” tra le due sponde dell’Atlantico, ma con un miglioramento della situazione in Ue.

“Nell’insieme dell’Eurozona, e in particolare in Germania, il superindice punta a una ripresa della crescita”, con un +0,16% su base mensile, dopo il +0,13% di dicembre, spiega l’Ocse in una nota. L’Italia e la Francia, le due grandi economie europee in maggiore difficoltà, non mostrano segni di “ulteriore deterioramento”, con un superindice che riprende il percorso in positivo, aumentando rispettivamente dello +0,11% e +0,05% rispetto a dicembre.

Il confronto con lo stesso mese dell’anno scorso, però, resta negativo, con una contrazione dello 0,66% per l’Italia e dello 0,53% per la Francia. Negli Usa, rileva ancora l’Ocse, prosegue il trend di “consolidamento della crescita”, con un superindice in incremento dello 0,08% su base sequenziale e dello 0,53% su base annua.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento