Data odierna 22-11-2017

La Commissione europea ha confermato che sarà possibile telefonare dall’estero alle stesse condizioni di casa propria. ***************************************************************** Da “Abruzzo...

Guarda le immagini Addio roaming: da metà giugno telefonate dall’estero come da casa

Addio roaming: da metà giugno telefonate dall’estero come da casa

La Commissione europea ha confermato che sarà possibile telefonare dall’estero alle stesse condizioni di casa propria.

*****************************************************************

Da “Abruzzo 24ore

L’abolizione del roaming per i consumatori europei a partire da metà giugno è assicurata: le tre istituzioni europee, Parlamento, Consiglio e Commissione hanno raggiunto, nella notte, un accordo sui prezzi all’ingrosso che gli operatori si applicano tra di loro per offrire i servizi di roaming.

“Era l’ultimo tassello mancante per consentire allo stop dei costi aggiuntivi quando si va all’estero di entrare in vigore, come precedentemente deciso, a metà giugno” ha detto stamani in un comunicato Emmanuel Mallia, il ministro maltese per i servizi digitali e la competitività, che ha aggiunto:

“Trovare un accordo rapido era tra le priorità della presidenza maltese dell’Unione. La decisione di oggi è l’ultimo passo di un processo iniziato 10 anni fa. Dalla prossima estate i nostri cittadini, ovunque saranno in Europa, potranno effettuare telefonate, inviare messaggi di testo, navigare su Internet e rimanere collegati. Roam like Home è ormai una realtà”.

In base all’accordo, dal 15 giugno 2017 il prezzo all’ingrosso calerà da 50 euro al gigabyte a 7,7 euro al gigabyte.

La tariffa è destinata a scendere ulteriormente in maniera graduale.

Dal 1° gennaio 2018 sarà di 6,0 euro al gigabyte, fino a calare a 2,5 euro al gigabyte dal 1° gennaio 2022. Nella sua proposta, la Commissione europea aveva proposto un tetto fisso di 8,5 euro per ogni gigabyte.

Per quanto riguarda la voce, la tariffa massima sarà ridotta dal 15 giugno a 0,032 euro al minuto (da 0,05 euro).

Il prezzo del messaggio di testo (gli sms) scenderà da 0,02 euro a 0,01 euro a messaggio.

Il testo legislativo, che ora deve essere confermato ufficialmente dal Parlamento e dal Consiglio, prevede accorgimenti per evitare abusi da parte dei cittadini europei e sarà oggetto di una analisi dell’esecutivo comunitario ogni due anni.

Emmanuel Mallia

Emmanuel Mallia

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento