Data odierna 23-06-2018

L’Ufficio federale della cultura ha designato le 18 pubblicazioni vincitrici del concorso «I più bei libri svizzeri», quattro delle quali hanno ricevuto anche un premio al concorso internazionale...

“I più bei libri svizzeri” – Designate le 18 pubblicazioni vincitrici – Consegna dei premi il 16 marzo a Lipsia

L’Ufficio federale della cultura ha designato le 18 pubblicazioni vincitrici del concorso «I più bei libri svizzeri», quattro delle quali hanno ricevuto anche un premio al concorso internazionale «I più bei libri del mondo», tra questi il volume «Heimat. Handwerk und die Utopie des Alltäglichen», che ha vinto la distinzione più importante. Il Premio Jan Tschichold, che riconosce prestazioni eccezionali nell’ambito del design di libri, è assegnato quest’anno al tipografo Che Huber.

Ogni anno l’Ufficio federale della cultura (UFC) indice il concorso «I più bei libri svizzeri» attraverso il quale riconosce prestazioni straordinarie nella produzione e nell’arte del libro e mette in risalto libri che riflettono le tendenze contemporanee. I 18 più bei libri svizzeri del 2017 (v. lista allegata) sono stati proclamati dall’UFC su raccomandazione di una giuria composta da cinque membri e presieduta da Gilles Gavillet.

Premio Jan Tschichold al tipografo Che Huber
Dal 1997 l’UFC assegna il Premio Jan Tschichold a una personalità, un’istituzione o un gruppo contraddistintosi per prestazioni straordinarie nella grafica di libri. La giuria conferisce questo riconoscimento indipendentemente dal concorso «I più bei libri svizzeri». Quest’anno il Premio Jan Tschichold del valore di 25 000 franchi va a Che Huber.

Nato a Zugo nel 1954, Che Huber, all’anagrafe Josef Huber, trascorre una parte della sua infanzia nella tipografia di famiglia. Nel 1972 lascia la scuola e la famiglia per viaggiare. In seguito svolge un tirocinio di tipografo negli Stati Uniti. Di ritorno in Svizzera nel 1986, ottiene un posto come tipografo a Ginevra.

Nei primi anni del Duemila, Che Huber fonda la tipografia Noir sur Noir a Les Acacias. Questo segna l’inizio di una fruttuosa collaborazione con Christophe Cherix del Cabinet des Estampes di Ginevra e Lionel Bovier della casa editrice JRP. Che Huber è stato più volte vincitore del concorso «I più bei libri svizzeri», specie per una collana di libri realizzati per il Cabinet des Estampes.

Nel lavoro sperimentale con le sue macchine da stampa, Che Huber si spinge oltre i limiti delle tecniche tradizionali di stampa, come la stampa a caldo, esplorando i procedimenti di stampa contemporanei. Le sue qualità di artigiano affascinano la giovane generazione di grafici che ricorrono al suo materiale e sollecitano il suo giudizio. Per questo Che Huber è custode e trasmettitore di sapere, ma anche un punto di riferimento nel paesaggio editoriale contemporaneo.

Distinzioni al concorso «I più bei libri del mondo» di Lipsia
Dall’8 al 10 febbraio la Fondazione Buchkunst di Lipsia ha organizzato il concorso annuale «I più bei libri del mondo». Una giuria internazionale ha esaminato circa 600 libri provenienti da 33 Paesi già distinti nel quadro dei rispettivi concorsi nazionali. La Svizzera, che figura tra i sei Paesi vincitori, ha ricevuto quest’anno la Lettera d’oro, massima distinzione del concorso, per il volume «Heimat. Handwerk und die Utopie des Alltäglichen» (progetto grafico Hubertus Design, Jonas Voegeli e Scott Vander Zee, Zurigo). I libri «documenta 14: Daybook» (progetto grafico Julia Born & Laurenz Brunner, Zurigo) e «Autonomie auf A4» (progetto grafico Atlas Studio, Zurigo) hanno ricevuto una medaglia di bronzo, il libro «First things first» (progetto grafico Norm, Zurigo) un diploma d’onore.

Consegna dei premi del concorso «I più bei libri del mondo» il 16 marzo 2018 a Lipsia
I premi del concorso «I più bei libri del mondo» saranno consegnati durante la Fiera del libro di Lipsia il 16 marzo 2018, alle ore 16, presso lo stand della Fondazione Buchkunst, padiglione 3, D 500. Vedi anche comunicato stampa del 5 marzo 2018 della Fondazione Buchkunst: www.stiftung-buchkunst.de

Pubblicazione del catalogo «I più bei libri svizzeri 2017» nel giugno 2018
Progetto grafico: Teo Schifferli, Zurigo
Testi: Tan Wälchli, Berlino
Lingue: tedesco, francese, italiano, inglese
ISBN: 978-3-95679-324-0
Edito da: Ufficio federale della cultura, Berna
Distribuzione: Edition Hochparterre, www.edition.hochparterre.ch

«I più bei libri svizzeri» all’Helmhaus di Zurigo dal 21 al 24 giugno 2018
Vernice: giovedì 21 giugno 2018, con consegna del Premio Jan Tschichold
Mostra: da giovedì 21 a domenica 24 giugno 2018; con manifestazioni sull’arte del libro durante il fine settimana.
Limmatquai 31, 8001 Zurigo
www.helmhaus.org

In seguito la mostra sarà presentata in Svizzera e all’estero. Tutte le date e le sedi saranno comunicate sul www.swissdesignawards.ch/beautifulbooks alla fine di giugno.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento