Data odierna 19-07-2018

Istituto Italiano di Cultura, Monaco di Baviera 24 gennaio 2017 È solo un cane (dicono) Gambassi è un paesino in Toscana, ignoto ai più. Eppure lì è nato il cane Blasco, recentemente ammalatosi...

Guarda le immagini Prossime manifestazioni culturali all’Istituto Italiano di Cultura, Monaco di Baviera

Prossime manifestazioni culturali all’Istituto Italiano di Cultura, Monaco di Baviera

Istituto Italiano di Cultura, Monaco di Baviera

24 gennaio 2017

È solo un cane (dicono)

morpurgo

Gambassi è un paesino in Toscana, ignoto ai più. Eppure lì è nato il cane Blasco, recentemente ammalatosi di tumore, e a Gambassi ha trovato rifugio e salvezza la famiglia materna dell’autrice, in fuga dai nazifascisti.

Quando Marina Morpurgo mette a fuoco questa strana coincidenza, inizia un bizzarro viaggio nella memoria. Qualcuno ha aiutato la sua famiglia a sopravvivere e qualcuno l’ha aiutata a salvare Blasco, qualcuno si è mostrato solidale e qualcuno no, qualcuno le ha insegnato la speranza e l’elaborazione della perdita.

Potrebbe sembrare sacrilego questo accostamento tra salvezza di un animale e salvezza di esseri umani, ma solo per coloro che non comprendono come l’amore – per un cane o per i nonni – possa scavare dentro l’animo dei solchi profondissimi.

Un romanzo memoir di una scrittrice decisamente ironica, e anche molto di più. Una storia che parla della speranza, della salvezza, della capacità di lottare.

Le due storie, pur così diverse, si intrecciano in un libro tenero e ironico, dove una delle voci è quella dell’irresistibile Blasco.

Marina Morpurgo è nata a Milano nel 1958 e “da allora ha deluso quasi tutte le aspettative, specie quelle relative a peso e altezza. Manca di senso del tragico, in compenso riesce a far ridere – purtroppo anche quando non è nelle sue intenzioni”.

Ex giornalista (“l’Unità”, “Diario”), ha pubblicato sette libri per ragazzi, tra i quali il ciclo dell’iraconda strega Sofonisba (tutti editi da Feltrinelli). Nel 2010 è uscita per astoria la raccolta di racconti “Sono pazza di te (ma fino a un certo punto)” e ha scritto con Gherardo Colombo “Le regole raccontate ai bambini” (Feltrinelli). Sempre per astoria ha pubblicato La scrittrice criminale (2011) e “Risorse disumane” (2012). Attualmente si dedica con gioia alle traduzioni letterarie dall’inglese.

 

Con la partecipazione di Fabiana Saviano (Radio Lora924 München).

 

In lingua italiana e tedesca

Informazioni

Data: Mar 24 Gen 2017

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : Forum Italia e.V.

Ingresso : Libero

*****************************************************************************************************************************

24 gennaio 2017

Mostra fotografica di Marco Pejrolo: “Spiegel der Seele / Specchio dell’anima”

spiegel

Una raccolta di oltre 50 ritratti di rifugiati del fotografo italiano Marco Pejrolo.

Il progetto intende avvicinare le persone fotografate ai visitatori. Grazie alla forza della fotografia diventa possibile quanto appare impossibile nella vita quotidiana. Il nostro stile di vita stressante e carico di distrazioni non lascia spazio ad un contatto visivo profondo e fruttuoso. Mentre guardiamo siamo incapaci di ascoltare. Semplicemente.

La mostra fotografica »Spiegel der Seele / Specchio dell’anima« è un tentativo di interazione tra l’osservatore e le foto esposte. In ogni foto incontriamo un paio di occhi. Ognuno può stare in tutta tranquillità, come davanti a uno specchio, e scoprire in questi occhi un frammento di sé. Possiamo poi trattenere i nostri pensieri e scriverli accanto alle foto. Nascerà in tal modo una sorta di libro collettivo con le impressioni e le voci che il ritratto ha fatto sorgere in noi.

L’esposizione è accompagnata da testi della scrittrice tedesca Sudabeh Mohafez e dell’antropologo italiano Alberto Salza, così come da composizioni del cantautore Antun Opic. Le loro opere sono state ispirate da alcuni dei ritratti esposti.

Inaugurazione della mostra: 24 gennaio 2017, ore 19:00

Durata della mostra: 25 gennaio 2017 – 13 febbraio 2017

Orari di apertura: ore 8:00 – 23:00

Gasteig, Foyer Glashalle, 1° piano

Ingresso libero

Per ulteriori informazioni www.spiegel.photos

 

Informazioni

Data: Mar 24 Gen 2017

Orario: Alle 19:00

Organizzato da : Gasteig

In collaborazione con : KR (Marco Pejrolo, München)

Ingresso : Libero

*****************************************************************************************************************************

26 gennaio 2017

La natura esposta

de_luca

Un uomo che viene dalle montagne e che aiuta chi fugge a passare di nascosto un confine si ritrova in una città di mare, alle prese con un delicatissimo restauro della nudità di un Cristo marmoreo. Con “La natura esposta” (Feltrinelli, 2016), Erri de Luca torna al romanzo. Cecilia Mussini ne parla con l’autore.

Nato a Napoli nel 1950, Erri De Luca ha scritto narrativa, traduzioni e poesia, nonché per il teatro e per il cinema.

Ha studiato nelle scuole pubbliche Napoli fino ai 18 anni, quando lascia la sua città e inizia l’impegno politico nella sinistra extraparlamentare, che dura fino ai 30 anni. Tra il ’76 e il ’96 svolge mestieri manuali. Tra il 1983 e il 1984 è volontario in Tanzania, durante la guerra nei territori dell’ex Jugoslavia, negli anni ’90, è stato autista di camion di convogli umanitari. Il suo primo romanzo, “Non ora, non qui”, è stato pubblicato in Italia nel 1989. I suoi libri sono stati tradotti in oltre 30 lingue. Autodidatta in swahili, russo, yiddish e ebraico antico, ha tradotto con metodo letterale alcune parti dell’Antico Testamento. Pratica alpinismo. Le sue montagne preferite sono le Dolomiti.

Cecilia Mussini (Pavia, 1981) è Dottore di ricerca in Filologia umanistica, docente a contratto presso la LMU München e traduttrice.

 

In lingua italiana e tedesca

 

La foto di Erri De Luca è di Alessio Jacona, da flickr, su licenza Creative Commons.

Informazioni

Data: Gio 26 Gen 2017

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : Forum Italia e.V.

Ingresso : Libero

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento