Data odierna 18-07-2018

L’Italia, mediamente, esporta ogni anno 130.000 tonnellate di olio di oliva negli Stati Uniti che, come fa sapere l’Unaprol, il consorzio olivicolo italiano, con un controvalore di oltre 1 miliardo...

Le eccellenze italiane più conosciute la mondo

L’Italia, mediamente, esporta ogni anno 130.000 tonnellate di olio di oliva negli Stati Uniti che, come fa sapere l’Unaprol, il consorzio olivicolo italiano, con un controvalore di oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro, rappresentano il mercato più interessante per l’export del nostro made in Italy.

Proprio negli Stati Uniti, a San Francisco si parlerà nei prossimi giorni di quella che è una delle eccellenze italiane più conosciute la mondo. L’appuntamento attorno a “Le verità sull’olio d’oliva italiano” è per martedì 21 giugno, dalle ore 18.30 alle 20.30, all’Istituto Italiano di Cultura, che lo ha promosso nell’ambito delle serie di incontri “Food and Wine Series”, curati da Viola Buitoni e Orietta Gianjorio.

In questo caso il pubblico avrà la possibilità di conoscere e apprezzare le caratteristiche del prodotto made in Italy, ma non solo. Potrà dare risposte a curiosità e dubbi: con tutto il risalto dato dai media alla produzione dell’olio di oliva italiano, come riconoscerlo? “Vieni con tutti i tuoi dubbi e domande per imparare ad interpretare la percezione visiva, olfattiva e del gusto per poter valutare un ottimo olio d’oliva” è l’invito che arriva dall’Istituto Italiano di Cultura di San Francisco.

Oltre al dibattito, spazio al gusto: l’evento include, infatti, una degustazione guidata da Orietta Gianjorio, assaggiatrice qualificata di olio d’oliva, e una conferenza con l’esperta di cibo italiano e insegnante di cucina Viola Buitoni. Al centro del dibattito i migliori usi dell’olio d’oliva in cucina a seconda delle loro caratteristiche e la loro provenienze. (aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento