Data odierna 25-09-2018

Torna il programma “Interscambi giovanili – edizione 2016” per scoprire il mondo con i giovani trentini, in Italia e all’estero. Per candidarsi occorre inviare la domanda di partecipazione...

Interscambi giovanili: trentini in Italia e all’estero alla scoperta delle proprie radici

Torna il programma “Interscambi giovanili – edizione 2016” per scoprire il mondo con i giovani trentini, in Italia e all’estero.
Per candidarsi occorre inviare la domanda di partecipazione entro il 28 febbraio 2016 all’indirizzo Provincia Autonoma di Trento - Servizio Emigrazione e Solidarietà Internazionale – Ufficio Emigrazione (Via Gazzoletti, 2 – 38122 Trento – ITALIA) o via fax + 39 0461 493155.
Il programma – bandito ogni anno – nasce con l’intento di far vivire ai giovani il confronto con culture diverse, condividere l’esperienza in un ambiente familiare, incontrare nuovi amici in uno spazio culturale di base comune.
Per i giovani di origine trentina residenti all’estero, sottolinea la Provincia, “il viaggio in Trentino rappresenta la scoperta o riscoperta delle proprie radici, delle tradizioni e dei valori trasmessi dagli avi emigrati. È anche l’opportunità per conoscere il Trentino di oggi, incontrare la sua gente, confrontarsi con la comunità, verificare come siano strutturate le attuali realtà sociali ed economiche”.
Per i giovani residenti in provincia di Trento che vivranno un’esperienza di soggiorno presso una famiglia trentina all’estero “non si tratterà ad esempio solo di scoprire come si vive in quel determinato Paese estero. Significherà anche capire meglio, attraverso la testimonianza autentica degli emigrati trentini con cui entreranno in contatto, quale possa essere stato il percorso del fenomeno migratorio trentino ed italiano in quel Paese”.
Per tutti i partecipanti “particolarmente significativo potrà essere il confronto con valori, modelli di vita ed aspettative dei coetanei, che diverranno i referenti con cui potranno svilupparsi e consolidarsi rapporti di conoscenza, fiducia ed amicizia”.
Il bando in italiano, spagnolo, portoghese, francese, tedesco e inglese è disponibile qui(aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento