Data odierna 26-09-2018

Ci saranno anche I Solisti Aquilani il 21 giugno a Roma per la Festa Internazionale della Musica: un giorno in cui tutti potranno suonare nelle strade, nelle piazze, nei cortili e nei giardini della città....

Festa internazionale della musica a Roma – Ci saranno anche “I Solisti Aquilani”

Ci saranno anche I Solisti Aquilani il 21 giugno a Roma per la Festa Internazionale della Musica: un giorno in cui tutti potranno suonare nelle strade, nelle piazze, nei cortili e nei giardini della città. Un appuntamento con il quale la Capitale mantiene e rafforza lo spirito della prima Festa lanciata in Francia nel 1982, dall’allora Ministro della Cultura Jack Lang: permettere alla musica di invadere tutte le strade della città, dalla periferia al centro, per salutare il solstizio d’estate. In programma un fitto calendario di eventi organizzati da istituzioni pubbliche e private come accademie, ambasciate, biblioteche, centri anziani, scuole, carceri, librerie, teatri, istituti di cultura, ospedali, centri sportivi e locali.

E musica di tutti i generi, dalla musica classica al reggae, dall’elettronica al pop: ogni melodia sarà quella giusta per essere suonata, ascoltata e cantata a Roma, il prossimo 21 giugno.

Con I Solisti Aquilani l’appuntamento è alle ore 20.15 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea con un programma di ampio respiro: il Concerto per due violini di Antonio Vivaldi (solisti Federico Cardilli e Alessandro Marini) e il Concerto grosso di Luis Bacalov (solista Daniele Orlando).

Due cavalli di battaglia dell’ensemble la cui esecuzione ha sempre coinvolto ed entusiasmato il pubblico. Il primo brano in programma, l’opera di Vivaldi, ottenne un grandissimo successo e fece conoscere il cosiddetto Prete Rosso oltre i confini della Serenissima Repubblica.

Il secondo, il Concerto Grosso di Luis Bacalov, rappresenta uno dei primi innovativi esempi di integrazione fra musica di esplicita ispirazione classica ed elementi di espressione rock che arrivavano direttamente dall’Inghilterra. E a distanza di oltre 40 anni, continua a stupire e ad ammaliare

La Festa della Musica di Roma 2018 è promossa da Roma Capitale – Assessorato Crescita culturale Dipartimento Attività Culturali.

Per informazioni:www.festadellamusicaroma.

Sarà possibile seguire la Festa della Musica anche su Facebook, Twitter e Instagram attraverso Cultura Roma, il nuovo account dedicato alla cultura, uno spazio unico in cui scoprire, raccontare e condividere le tante e imperdibili iniziative culturali nella città. 

il 21 giugno 2018 Roma torna a festeggiare la musica aderendo ai principi della Carta di Budapest. Artisti, studenti, gruppi musicali, cori, solisti – professionisti e soprattutto amatori – potranno festeggiare l’arrivo dell’estate suonando e cantando nell’intera città. Nella sua 33esima edizione europea, la Capitale prosegue l’esperienza di una Festa della Musica del tutto nuova. Parteciperanno enti e istituzioni sia pubbliche che private, e tutti i cittadini avranno la possibilità di fare musica in città. Con la Festa della Musica di Roma, la Capitale mantiene e rafforza lo spirito della prima Festa lanciata in Francia nel 1982, dall’allora Ministro della Cultura Jack Lang: permettere alla musica di invadere tutte le strade della città, dalla periferia al centro, per salutare il solstizio d’estate. Dal 1985, anno europeo della musica, il 21 giugno in tutta Europa si festeggia la musica. Obiettivo della Festa, che Roma intende raccogliere e rinnovare, è quello di creare un’occasione di partecipazione, collaborazione per chi vive la città, ovunque si trovi. Dalla musica classica al reggae, dall’elettronica al pop ogni melodia sarà quella giusta per essere suonata, ascoltata e cantata a Roma, il prossimo 21 giugno.

Tra gli artisti presenti ci saranno I Solisti Aquilani. Appuntamento alle ore 20.15 alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea con un programma di ampio respiro. il Concerto per due violini di Antonio Vivaldi (solisti Federico Cardilli e Alessandro Marini) e il Concerto grosso di Luis Bacalov (solista Daniele Orlando).

Due cavalli di battaglia dell’ensemble la cui esecuzione ha sempre coinvolto ed entusiasmato il pubblico.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento