Data odierna 12-12-2017

Uno dei punti di riferimento dell’applaudita enologia pugliese, capitanato da Dante Renzini, si presenta al pubblico di appassionati sul palcoscenico dei principali eventi del settore: da Roma, Milano...

Gli appuntamenti della Cantina – Museo ALBEA

Uno dei punti di riferimento dell’applaudita enologia pugliese, capitanato da Dante Renzini, si presenta al pubblico di appassionati sul palcoscenico dei principali eventi del settore: da Roma, Milano e Verona a Düsseldorf.

Ormai è risaputo: l’autorevole rivista americana “Wine Enthusiast” ha inserito, per l’Italia, solo la Puglia tra le “10 Best Wine Travel Destination 2013”. Tra i testimonial della regione leader dell’enoturismo, va senz’altro annoverata la Cantina-Museo Albea, che non solo è situata ad Alberobello di Bari, dichiarato “patrimonio dell’umanità” dall’Unesco, ma che anche possiede la dote dell’accoglienza nel suo DNA. «Da quando ho rilevato questa struttura, sono aumentate le iniziative per migliorarne l’ospitalità enogastronomica», riferisce il cavalier Dante Renzini, patron di Albea, «Oltre a dare risalto allo storico Museo del Vino, dedicato alla coltivazione della vite e alla civiltà contadina locali, proponiamo, nelle nostre sale, incontri di degustazione e di conoscenza dei vini del territorio, tra cui Primitivo, Negroamaro, Nero di Troia e i bianchi della valle d’Itria. Infine sto portando sempre di più le nostre etichette “fuori casa” in manifestazioni nazionali e internazionali, per presentarle agli enofili di tutto il mondo».

Conferma la partecipazione di Albea ai più importanti rendez-vous del settore, il responsabile della Cantina, l’enologo Claudio Sisto: «Per offrire un assaggio fondamentale della tipicità pugliese, durante il mese di febbraio, i nostri vini, Petranera, Selva e Petrarosa, sono rimasti in bella vista nelle vetrine delle maggiori enoteche di Roma e di Milano in cui sono stati protagonisti di laboratori sensoriali e di degustazioni guidate da esperti».

Per il mese di marzo, nell’agenda di Albea, sono segnati due appuntamenti: il primo in “patria”, ovvero ad Alberobello, dove, il giorno 20, alle ore 20, si riuniranno, presso l’hotel La Chiusa di Chietri, i cinque sindaci della Valle d’Itria per una “disfida” culinaria: «In questa prima edizione di “Amministrare con gusto”, i nostri sindaci, affiancati da uno chef della guida “Osterie d’Italia”, dovranno preparare un primo piatto che verrà giudicato da tecnici del calibro di Antonella Ricci, del ristorante Al Fornello», spiega Sisto, «Con altre due cantine locali e in collaborazione con Slow Food, abbiamo pensato di mettere a tavola i primi cittadini per discutere di enogastronomia, che rappresenta lo strumento più efficace in mano alle amministrazioni per affrontare questi momenti di crisi».

Per il secondo impegno del mese, la Cantina è pronta a partire per l’estero: dal 24 al 26 marzo, i vini di Albea saranno a Düsseldorf, per prendere parte a ProWein (International Wines and Spirits Trade Fair). In questo “salotto europeo” dell’enologia, al Padiglione 3 – Italia, nello stand D/11, i visitatori potranno apprezzare l’ultima opera di Albea, “Donna Gislena Medici Spumante Classico”, e la nuova annata “LUI 2009”, rosso da uve di Troia, che è stato proclamato il 2° miglior vino del genere in Italia da Luca Maroni.

La stessa gamma di etichette, che comprende, tra le altre, anche Trullo Bianco, si trasferirà, insieme alle specialità norcine della Renzini, a Vinitaly, a Verona, dal 7 al 10 aprile. Nella sua solita postazione, al padiglione 10 – Puglia, nello stand 10, Albea prevede di ricevere la visita di numerosi giornalisti e buyer stranieri, sulla scia del riconoscimento alla regione da parte di “Wine Enthusiast”. «Noi crediamo molto agli incontri nelle Fiere del comparto e soprattutto con gli operatori esteri, che potrebbero permetterci di allargare i nostri “orizzonti” di vendita», dichiara Mastro Dante, «I vini di Albea sono già piazzati positivamente negli Stati Uniti, in Germania e anche in Giappone, che predilige i rossi corposi e strutturati. Ma il nostro obiettivo è quello di far arrivare le etichette della Cantina in molti altri mercati del mondo, in particolare in Cina. Del resto, secondo dati dell’Istat, il commercio estero del vino si dimostra l’export agroalimentare principale del made in Italy, con un + 6% nel 2012, e supera le vendite effettuate nel nostro Paese. A trainare la tendenza internazionale all’acquisto di nettari di Bacco tricolori ci sarebbe proprio il Continente Asiatico, che è una delle mete di Albea».

Per informazioni e interviste:
Dante Renzini, via Dante Renzini 2, Montecastelli Umbro (Perugia),
tel. 075/9418611-18, fax 075/9418672 www.renzini.it

Claudio Sisto, enologo Cantina Albea, via Due Macelli 8, Alberobello (Bari),
tel. 080/4323548, fax 080/432714/ www.albeavini.com

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento