Data odierna 11-12-2017

L’Ambasciatore in Romania Diego Brasioli ha presentato oggi, presso la Residenza d’Italia, la quinta edizione del Festival Italiano 2013, in programma da domani, 11 maggio al 30 giugno. Organizzato...

Festival Italiano 2013: L’ambasciatore Brasioli presenta a Bucarest la 5 edizione

L’Ambasciatore in Romania Diego Brasioli ha presentato oggi, presso la Residenza d’Italia, la quinta edizione del Festival Italiano 2013, in programma da domani, 11 maggio al 30 giugno.

Organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Bucarest in collaborazione con l’Agenzia Ice e con l’Istituto Italiano di Cultura di Bucarest, il Festival Italiano 2013 proporrà un ampio cartellone di iniziative culturali e promozionali unite sotto il tratto distintivo dell’eccellenza italiana. Non mancheranno anche gli appuntamenti dedicati all’approfondimento accademico.

Per quanto riguarda la musica, l’Ambasciata patrocina il concerto del tenore italiano Andrea Bocelli che si terrà a Bucarest il 25 maggio, e che ha già fatto registrare il tutto esaurito presso la più grande sala da concerto della capitale (oltre 4000 posti).

Quella stessa settimana viene presentato anche il nuovo tour del giovane e famoso violinista Alexandru Tomescu, Bach to basics. Tomescu suona un prezioso Stradivari del 1702 e si è affermato a livello internazionale come uno dei più geniali interpreti di Paganini, di cui ha inciso di recente i Ventiquattro Capricci.

Nell’anno in cui ricorre il bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, l’Ambasciata collabora con l’Opera Nazionale di Bucarest, che ricorderà il compositore con la rappresentazione del “Nabucco” il 26 maggio.

A Verdi viene anche dedicato il premio speciale “Italia Prize – Special Award for the best performance of an Aria by Giuseppe Verdi” offerto dall’Ambasciata d’Italia ad una giovane promessa del bel canto, nell’ambito dell’importante competizione internazionale che l’Opera organizza il 16-17 giugno.

L’Ambasciata patrocina inoltre due concerti al Palazzo Brancoveanu di Mogocoaia (11-12 maggio), dedicati a ricordare il tricentenario della morte del grande compositore barocco Arcangelo Corelli.

Anche la letteratura e la ricerca accademica troveranno spazio durante il Festival. Grazie alla collaborazione con la casa editrice “Humanitas”, che pubblica anche con il contributo ministeriale una collana di opere italiane tradotte in lingua romena, sarà presentato il 22 maggio il volume di “Poesie” di Sandro Penna in edizione bilingue, curato dalla professoressa Smaranda Bratu Elian.

Inoltre, il 29 giugno il professor Francesco Guida, in collaborazione con il CeRISS (Centro Italo-Romeno di studi storici), di cui è direttore, organizzerà un convegno di approfondimento storico dal titolo “Italia e Romania tra XIX e XX secolo: relazioni, convergenze, contrasti” al quale parteciperanno illustri accademici dei due Paesi.

Non mancano gli spettacoli di forte richiamo popolare: il 13 giugno gli sbandieratori dei Rioni di Cori si esibiranno nel centro storico di Bucarest con le loro straordinarie prodezze acrobatiche, prima di esibirsi al Festival Internazionale di Teatro di Sibiu.

Nell’ambito del Festival vengono poi organizzate delle Settimane dedicate alla ristorazione, alla moda e all’arredamento (dal 31 maggio al 6 giugno), durante le quali si potrà fare diretta esperienza delle prelibatezze culinarie italiane presso una fitta rete di ristoranti, mentre la moda e l’arredamento italiano presenteranno il meglio del Made in Italy e del design a prezzi promozionali presso i negozi aderenti all’iniziativa.

Dal 30 maggio al 12 giugno “Metro Cash & Carry Romania” organizzerà la terza edizione dell’evento “Il Gusto d’Italia”, campagna promozionale di prodotti alimentari italiani. Anche presso le stazioni di servizio dell’Eni in Romania, nel mese di giugno, si svolgerà una analoga promozione di prodotti a prezzi scontati.

Uno spazio specifico sarà inoltre dedicato alle eccellenze enogastronomiche e del settore agrituristico della Regione Toscana, specificamente di alcuni comuni del Chianti, una zona famosa per il suo patrimonio artistico e le sue bellezze naturali. Presso l’Hotel Athénée Palace Hilton gli operatori del settore potranno incontrare gli operatori toscani presenti a Bucarest nella giornata del 29 maggio.

Chi desidera, potrà partecipare a una cena conviviale sotto l’egida della “Accademia Italiana della Cucina”, dedicata ai piatti della tradizione toscana, presso il ristorante Roberto’s dell’Athénée Palace Hilton (31 maggio 2013).

Il programma degli eventi è pubblicato sul sito web del Festival Italiano, www.festivalitalian.ro

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento