Data odierna 23-09-2017

Consigli utili per “sopravvivere al primo anno in Belgio”. Questo l’obiettivo delle “Pillole di Vita Belga”, iniziativa dell’associazione “La Comune del Belgio”, che riprende il 31 gennaio questi...

Consigli per gli italiani in Belgio

Consigli utili per “sopravvivere al primo anno in Belgio”. Questo l’obiettivo delle “Pillole di Vita Belga”, iniziativa dell’associazione “La Comune del Belgio”, che riprende il 31 gennaio questi incontri informativi e di confronto nati per rispondere alle domande dei nuovi migranti italiani in Belgio.

Che diritti ho qui? Come mi iscrivo in Comune? E la Banca? L’Aire, che faccio? I mezzi pubblici? Per la sanità? Ho già un contratto e quindi? Sono indipendente, che faccio? Vorrei un lavoro, come mi muovo? Il mio diploma mi serve? Sono studente e quindi? Sono un architetto, un giornalista, un chimico, c’è un albo qua? Ho figli o li sto per avere, come faccio? E la partita IVA, VAT o come diavolo si dice? E se non ho voglia di fare nulla se non vivere in Belgio? Le tasse? E i documenti? Come? Dove? Quando? Perché? In che lingua? Francese, tedesco, olandese, inglese, italiano, spagnolo, portoghese, greco…Insomma, tanti i chiarimenti che potrebbero essere utili a chi è appena arrivato in Belgio o è già nel Paese da 6 mesi.

“Insieme – assicura la Comune – cercheremo di dare tutte le risposte che affollano la mente su come sopravvivere al primo anno in Belgio.
La pillola belga si fonda sul mutuo soccorso, quindi non sarà solo una semplice presentazione, ma un’interazione continua con tutti i presenti”.
Appuntamento il 31 gennaio, alle 18:00 nella sede dell’Université Populaire de Bruxelles (rue de la Victoire, 26, 1060 Saint-Gilles).

(aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento