Data odierna 21-11-2017

Il 12 novembre, presso l’Ambasciata italiana a Berlino, l’attore italiano di cinema e teatro Toni Servillo effettuerà un reading teatrale per celebrare l’anniversario dei 150 anni dalla nascita...

Ambasciata Berlino – Il 12 novembre Toni Servillo legge Pirandello

Il 12 novembre, presso l’Ambasciata italiana a Berlino, l’attore italiano di cinema e teatro Toni Servillo effettuerà un reading teatrale per celebrare l’anniversario dei 150 anni dalla nascita del Premio Nobel per la letteratura Luigi Pirandello.

Luigi Pirandello, nato nel 1867 a Girgenti (Agrigento, Sicilia), è stato uno dei più celebri scrittori e drammaturghi del XX secolo. Iniziò i suoi studi universitari a Palermo nel 1886, per recarsi in seguito a Roma. Qui continuò i suoi studi di filologia romanza, che proseguì successivamente all’università di Bonn, dove si laureò nel 1891. Dopo aver effettuato un lettorato presso l’Istituto di Romanistica a Bonn, ritornò in Italia nel 1892. A Roma, oltre a dedicarsi alla sua attività letteraria, fu professore presso l’Istituto Superiore di Magistero. Acquistò prestigio internazionale grazie ai suoi lavori teatrali, tra cui Sei personaggi in cerca d’autore, Enrico IV e I giganti della montagna, e ai suoi oltre 350 racconti brevi e novelle. Il suo romanzo Il fu Matteo Pascal gettò le basi per la letteratura italiana moderna. Nel 1934 fu insignito del Premio Nobel per la letteratura. Due anni dopo a Roma, nel 1936, Pirandello morì.

Toni Servillo, nato ad Afragola (Napoli) nel 1959, ha fondato, non ancora ventenne, il Teatro Studio a Caserta. Insieme a Mario Martone e Antonio Neiwiller ha fatto nascere a Napoli Teatri Uniti, di cui attualmente è direttore artistico. Al cinema, invece, con Martone ha interpretato Morte di un matematico napoletano nel 1992, l’anno seguente ha recitato in Rasoi. Poi ha preso parte a uno degli episodi di I Vesuviani ed è apparso in Teatro di guerra. Dopo numerose parentesi teatrali, Servillo è tornato sul grande schermo soltanto nel 2001, regalando al pubblico cinematografico due grandi prove d’attore. Nei panni di un cantante famoso e poi destinato all’oblio si è fatto notare in L’uomo in più di Paolo Sorrentino e come camorrista spietato ha interpretato con grande successo Luna rossa di Antonio Capuano. Servillo diventa uno degli attori più richiesti dagli autori italiani. Diventerà l’attore feticcio di Sorrentino che lo dirige anche in Le conseguenze dell’amore e Il divo. Per l’esordiente Andrea Molaioli sarà un commissario alla ricerca della causa della morte della Ragazza del lago, film mattatore ai David di Donatello 2008. Nello stesso anno si è presentato a Cannes con due ruoli, quello dell’Andreotti protagonista de Il divo e come uomo d’affari con la malavita napoletana in Gomorra, aggiudicandosi per entrambi i film l’European Film Award come miglior attore. Nel 2013 interpreta Jep Gambardella nel film vincitore dell’Oscar al miglior film straniero La grande bellezza di Paolo Sorrentino, con cui si aggiudica il quarto David di Donatello e il secondo European Film Award, ricevendo la candidatura all’Hollywood Film Festival per il miglior attore.

L’incontro di domenica 12 novembre, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Berlino e dall’Ambasciata, si svolgerà dalle ore 17.30 alle ore 19.30 in lingua italiana. E’ richiesta l’’iscrizione, ingresso libero.

 

fonte: inform

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento