Data odierna 21-11-2017

Ecco il tweet dell’ex governatore lombardo e attuale senatore di Ncd Roberto Formigoni: “Odore della sconfitta su #Cirinnà sta procurando crisi isteriche gravi su gay, lesbiche, bi-transessuali...

Sgomento

Ecco il tweet dell’ex governatore lombardo e attuale senatore di Ncd Roberto Formigoni:
“Odore della sconfitta su #Cirinnà sta procurando crisi isteriche gravi su gay, lesbiche, bi-transessuali e checche varie. Non è bello, poverini.”

Non trovo le parole per descrivervi la vergogna e l’imbarazzo che provo nel leggere le parole di Roberto Formigoni. È inaccettabile e indecente che un senatore si esprima in questi termini! Poco dopo la giusta tempesta di critiche, il Senatore precisa: “Accetto di essere criticato, non di essere distorto, stravolto, strumentalizzato. Nel mio tweet non ho insultato nessuno, mi sono limitato a constatare che alcune persone gay, lesbiche ecc… stanno avendo crisi isteriche. Il testo è inequivocabile, si tratta di alcune specifiche persone (a me note) e non di una annotazione generale rivolta a “erga omnes”. Del resto la lingua italiana è precisa: in italiano, l’assenza dell’articolo determinativo indica chiaramente che si tratta di casi specifici. Se avessi voluto offendere un’intera categoria di persone avrei usato l’articolo determinativo: i gay, le lesbiche ecc… Così non ho fatto, accetto di essere criticato, non distorto”.
Vergogna Senatore, si fosse rivolto anche ad una sola persona (e così non è!) non cambierebbe nulla! Le sue sono gravi affermazioni discriminatorie e deliberatamente offensive della vita delle persone. Fatto ancor più grave è che le istituzioni non reagiscono: non è possibile che un rappresentante del popolo possa impunemente offendere migliaia e migliaia di cittadini italiani.

Maria Bernasconi

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento