Data odierna 22-09-2017

“L’esposizione universale deve diventare anche un momento di grande verità per tutti – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – ed è per questo che è importante...

I prodotti italiani falsi all’estero valgono 12 volte la tassa sulla prima casa

“L’esposizione universale deve diventare anche un momento di grande verità per tutti – spiega Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia – ed è per questo che è importante l’impegno della Regione Lombardia, reso pubblico oggi dall’assessore Gianni Fava, a introdurre fra i temi dell’Expo anche quello della riconoscibilità dei prodotti italiani. Perché crediamo che non esista contesto migliore di quello per far percepire la lotta alla contraffazione agroalimentare come una priorità a livello internazionale”.
Anche perché – spiega la Coldiretti Lombardia – i falsi Made in Italy o i prodotti che richiamano il Belpaese solo nel nome o nei colori della bandiera, valgono oltre 50 miliardi di euro all’anno che è pari al valore di due corpose leggi Finanziarie o, ancora meglio, è 12 volte il valore dell’Imu sulla prima casa che adesso il Governo sta discutendo come cambiare o cancellare.
“Pensiamo a quanti posti di lavoro si potrebbero generare e quale straordinario motore di sviluppo potrebbe rappresentare una cifra del genere che rientra nelle casse del nostro sistema agroalimentare. Non è solo una battaglia di bandiera, ma anche di soldi, sostanza e opportunità di sviluppo”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento