Data odierna 21-10-2017

Si è conclusa con un grande successo e la promessa di rivedersi il prossimo anno ospiti di Radio Rai la seconda edizione del seminario di formazione per operatori di emittenti italofone: “Lo cunto...

Seminario di formazione per operatori di emittenti italofone

Si è conclusa con un grande successo e la promessa di rivedersi il prossimo anno ospiti di Radio Rai la seconda edizione del seminario di formazione per operatori di emittenti italofone: “Lo cunto de li cunti. La strategia della narrazione radiofonica” organizzato dalla Comunità Radiotelevisiva Italofona.
Al seminario hanno partecipato Osservatorio Balcani e Caucaso, PBS Malta, Radio Capodistria, Radio Colonia, Radio ICN New York, Radio Fiume, Radio RAI, RAI Bolzano, Rai Friuli Venezia Giulia, Rai Sicilia, Rai Sardegna, Rai Trento, Radio Vaticana, RSI Svizzera italiana e RTSH Albania e i rappresentanti di Radio Tunisi e Radio Argentina al Exterior collegati via Skype. L’incontro è stato trasmesso in diretta streaming dal sito della Comunità radiotelevisiva italofona. I lavori sono stati seguiti anche da un folto gruppo di studenti della facoltà di scienze della comunicazione dell’Università Roma Tre e da diversi autori radiofonici della RAI.
Nella giornata di apertura sono state presentate le linee guida del seminario dal Presidente della Comunità radiotelevisiva italofona Dino Balestra, è intervenuto il professor Enrico Menduni esperto di media e docente a Roma3, che ha illustrato l’eterna capacità della radio di rinnovarsi e di rimanere “il medium” per eccellenza, le esperienze di Ilaria Sotis di RAI Radio1, Tiziano Bonini di RAI Radio2 e Anna Maria Giordano di RAI Radio3.
Il tema è stato affrontato da diversi punti di vista: narrazione come testimonianza, come visione del mondo, come rapporto tra fatti e notizie e tra narratore e pubblico nella consapevolezza del ruolo del servizio pubblico. Ha portato il suo saluto il Consigliere di amministrazione RAI Franco Siddi, da sempre attento e interessato alla promozione dell’italofonia nel mondo.
La seconda giornata, di carattere operativo, si è aperta con l’ascolto di esempi di narrazione selezionati dalle TecheRai ancora molto attuali nonostante alcune produzioni risalissero agli anni ’50. Tiziano Bonini ha condotto i lavori presentando la visione del racconto radiofonico e le modalità di narrazione più congeniali e valide. Ogni partecipante ha presentato i propri contributi che serviranno per la realizzazione della nuova coproduzione radiofonica della Comunità radiotelevisiva italofona: “Dal centro alle periferie e ritorno”, cui parteciperanno tutte le emittenti presenti e che sarà messa in onda dalle varie radio a partire dal prossimo mese di giugno.

(aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento