Data odierna 21-11-2017

Nella seduta di ieri, il Comitato per le questioni degli italiani all’estero e la Commissione Cultura del Senato hanno approvato il documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sullo stato...

Diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo: approvato il documento finale

Nella seduta di ieri, il Comitato per le questioni degli italiani all’estero e la Commissione Cultura del Senato hanno approvato il documento conclusivo dell’indagine conoscitiva sullo stato di diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo.
Presidente del Cqie, e correlatore del documento, il senatore Claudio Micheloni (Pd) ha illustrato il testo ai colleghi, ringraziando i colleghi che hanno partecipato all’indagine. Pur ritenendo che “maggiori proposte operative avrebbero potuto essere indicate”, il senatore eletto all’estero ha sottolineato “i numerosi utili suggerimenti per una azione futura del Parlamento e dei ministeri competenti a favore della lingua e della cultura italiana nel mondo”.
La senatrice Elena Ferrara (Pd) ha auspicato che “i diversi Ministeri coinvolti possano realizzare le iniziative che occorrono”, plaudendo in particolare “alla proposta di istituire una cabina di regia per mettere a sistema il lavoro delle diverse Amministrazioni”.
Correlatore per la Commissione Cultura, il senatore Conte (AP-CpE-NCD) ha sottolineato come “dal lungo esame sia emerso un contesto che meritava di essere approfondito, tanto più che l’Italia è risultata assai apprezzata all’estero”, mentre per il senatore Liuzzi (GAL (DI, GS, PpI, RI)) il documento conclusivo “rappresenta uno dei più significativi lasciti per la prossima legislatura, a partire dall’elevata qualificazione delle audizioni svolte e dei sopralluoghi compiuti, in un’ottica multidisciplinare”.
Per Montevecchi (M5S) sarebbe “preferibile che già in questa legislatura, a partire dalla legge di bilancio, si avviino iniziative per realizzare le proposte contenute nel documento, onde non rendere vano l’approfondimento svolto”. Il punto, comunque, “non è tanto esportare la cultura italiana, quanto favorire l’incontro interculturale, dal quale infatti possono generare legami solidi”.
Soddisfatta la senatrice Mussini (Misto) che ha voluto sottolineare come “nel documento, oltre ai temi della lingua e della cultura, si sia trattato più specificamente della scuola con l’auspicio di un migliore coordinamento e sinergie tra i sistemi di insegnamento all’estero e nazionale”.
Comitato e Commissione hanno quindi approvato il documento conclusivo. Il testo è suddiviso in paragrafi: dopo l’introduzione si trattano in modo specifico la Politica linguistica e qualità della didattica; la Certificazione linguistica; l’Internazionalizzazione universitaria; il Ruolo dei dirigenti scolastici all’estero; La diffusione della lingua e della cultura attraverso le iniziative culturali, la promozione turistica, gli enti economici e gli organi di stampa; Le esperienze acquisite mediante i sopralluoghi all’estero. Nell’ultimo paragrafo vengono illustrate le conclusioni, le questioni aperte e le proposte.
Il testo integrale su  WWW.AISE.IT

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento