Data odierna 26-04-2017

Del quartiere romano dell’Eur come set cinematografico abbiamo già parlato ormai molti mesi fa, se non anni, citando film come L’ultimo uomo sulla terra (1964) di Ubaldo Ragona con Vincent Price...

L’EUR è cinema di Armando Rotondi

Del quartiere romano dell’Eur come set cinematografico abbiamo già parlato ormai molti mesi fa, se non anni, citando film come L’ultimo uomo sulla terra (1964) di Ubaldo Ragona con Vincent Price o lo shakespeariano Titus (1999) di Julie Taymor con Anthony Hopkins e Jessica Lange. Torniamo ora sull’argomento proponendo il volume della giornalista Laura Delli Colli Eur è cinema, edito dalla Palombi nel 2008. Si tratta di un volume di facile lettura, di consultazione che scandaglia, nel mare magnum cinematografico, ogni pellicola che ha visto l’Eur come propria location. Si legge nella presentazione: “L’obelisco, le gradinate, i portici di marmo e il Colosseo quadrato, simbolo di una architettura unica al mondo: è l’Eur, molto amato ieri da Federico Fellini e Michelangelo Antonioni, protagonista oggi anche delle fiction più popolari. […] L’Eur è perfetto per mettere in scena tutti i generi, sia per far fischiare pallottole e scatenare clamorosi inseguimenti automobilistici che per raccontare romantiche storie d’amore. Da Boccaccio ’70 e La dolce vita di Fellini a L’ultimo bacio di Gabriele Muccino, Manuale d’amore di Giovanni Veronesi, Il caimano di Nanni Moretti, passando attraverso la romanità internazionale del Titus di Julie Taymor, ecco l’avventurosa storia di un quartiere che piace al cinema e alla pubblicità”. Per qualsiasi amante di cinema che volesse addentrarsi all’Eur più che una lettura obbligatoria è sicuramente un guida consigliata.  

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento