Data odierna 26-04-2017

Impegno sociale, cinema, moda e eccellenze culinarie sono al centro della 12a edizione di Cinema Italian Style, che si terrà da lunedì 14 a martedì 22 novembre a Los Angeles, per iniziativa dell’American...

Cinema “Italian Style” ad Hollywood

Impegno sociale, cinema, moda e eccellenze culinarie sono al centro della 12a edizione di Cinema Italian Style, che si terrà da lunedì 14 a martedì 22 novembre a Los Angeles, per iniziativa dell’American Cinematheque e di Luce Cinecittà, sotto gli auspici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo italiano. La rassegna vanta inoltre la collaborazione del Consolato Generale d’Italia in Los Angeles, dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’Agenzia ICE.

Cinema Italian Style 2016 promuoverà inoltre la candidatura italiana agli Academy Awards 2017 come Miglior Film in Lingua Straniera di “Fuocoammare” di Gianfranco Rosi, vincitore dell’Orso d’oro alla Mostra del Cinema di Berlino, acclamato dalla critica e sostenuto da testimonial internazionali come Bernardo Bertolucci e Meryl Streep.
Cinema Italian Style presenterà quest’anno dieci titoli che rappresentano il migliori film italiani del 2016 e che rientreranno nel programma ufficiale della rassegna presso l’Aero Theatre di Santa Monica, alla presenza di registi e attori. La serie include anche cortometraggi selezionati in collaborazione con il Rome Creative Contest.

Data la contemporanea edizione della prima Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, altri eventi a margine della rassegna esploreranno il legame tra cinema e cibo. Il 16 novembre, ad esempio, presso l’Istituto Italiano di Cultura, la chef stellata Cristina Bowerman (Glass Hostaria e Romeo, Roma) presenterà lan Settimana della Cucina, nuovo appuntamento annuale promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agrigole Alimentari e Forestali per far conoscere la qualità e l’eccellenza della tradizione culinaria italiana. A seguire ci sarà l’inaugurazione della mostra fotografica “Stefano Guindani. Ricette e ritratti d’attore”, prodotta da Rai Cinema e Luce Cinecittà, alla presenza del noto fotografo.
Sempre l’Istituto Italiano di Cultura ospiterà il 23 novembre una rassegna di corti e documentari sul tema del cibo verrà proiettata a chiusura di Cinema Italian Style 2016.

Ad aprire il calendario delle proiezioni sarà il 14 novembre un altro evento collaterale: presso l’Egyptian Theatre di Hollywood , in collaborazione con AFI FEST 2016, sarà presentata in prima mondiale la versione restaurata digitale in 4k de “Il sorpasso” (1962) di Dino Risi, resa possibile da Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna e Surf Film. L’indomani sarà la volta di un altro film storico: “Franca. Chaos and creation” (2016), un film biografico sull’icona della moda Franca Sozzani, leggendario direttore di Vogue Italia da 28 anni, diretto da suo figlio, Francesco Carrozzini. Entrambi gli eventi sono parte del programma ufficiale di AFI FEST presentato da Audi, come pure l’incontro World Cinema Masters in Conversation del 17 novembre, tra il regista Gianfranco Rosi e Alberto Barbera, direttore della Mostra del Ciname di Venezia, che seguirà la proiezione di “Fuocoammare” a Hollywood.

E sarà proprio la pellicola diretta da Gianfranco Rosi ad inaugurare ufficialmente giovedì, 17 novembre, alle ore 17.45, Cinema Italian Style 2016. A seguire verranno presentati presso l’Aero Theatre di Santa Monica: “Un bacio” (2016) di Ivan Cotroneo, “Suburra” (2015) di Stefano Sollima, “Perfetti sconosciuti” (2016) di Paolo Genovese, “Indivisibili” (2016) di Edoardo De Angelis, “Lo chiamavano Jeeg Robot” (2015) di Gabriele Mainetti, “Fiore” (2016) di Claudio Giovannesi, “L’estate addosso” (2016) di Gabriele Muccino, “Gli ultimi saranno ultimi” (2015) di Massimiliano Bruno, “La pazza gioia” (2016) di Paolo Virzì, “Veloce come il vento” (2016) di Matteo Rovere e i tre corti “Manhunt” (2016) di Brando Bartoleschi, “How to save your darling” (2016) di Leopoldo Caggiano e “Ningyo” (2016) di Gabriele Mainetti.

L’Istituto Italiano di Cultura ospiterà invece la proiezione di “Quando l’Italia mangiava in bianco e nero – Cinecittario” (2016) di Andrea Gropplero di Troppenburg, “Harry’s Bar” (2015) di Carlotta Cerquetti e “Food for thought” (2016) di Davide Gentile.
Sempre l’Istituto ospiterà dal 17 novembre al 27 gennaio la mostra fotografica “Stefano Guindani. Ricette e ritratti d’attore”, prodotta da Rai Cinema e Luce Cinecittà e parte di “Extraordinary Italian Taste – Prima Settimana della Cucina Italiana nel Mondo”.

(aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento